Menu di scelta rapida
Immagine superiore del sito con uno slogan: Un Consorzio al servizio dell'ambiente.
Immagine superiore del sito con fiori e farfalle per introdurre il navigatore al tema dell'ambiente.
TRASPARENZA RIFIUTI - ARERA TITR 444/2019

Aggiornamento 01/07/2020

In ottemperanza alle disposizioni dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), in merito agli elementi informativi minimi che devono essere garantiti all’utente del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani, vengono riportate in questa pagina le informazioni previste dalla Deliberazione 444/2019/R, anche conosciuta come TITR (Testo Integrato in tema di Trasparenza nel servizio di gestione dei Rifiuti).

Il CEC, Consorzio Ecologico Cuneese è il Consorzio obbligatorio di bacino, previsto dalla legge regionale 24/2002 e costituito ai sensi del decreto legislativo 267/2000, che esercita le funzioni di governo e coordinamento dell’organizzazione dei servizi di Bacino per assicurare la gestione unitaria dei rifiuti urbani nella fase di raccolta, avvio a recupero e smaltimento. Fanno parte del CEC 54 Comuni sottoelencati. 

Il Consorzio svolge le seguenti attività:    

  • appalta i servizi di raccolta rifiuti e di spazzamento stradale e ne controlla la regolare esecuzione da parte delle ditte appaltatrici;
  • controlla i flussi di rifiuti raccolti monitorandone i quantitativi e la tipologia fino al trasporto negli impianti di recupero o di smaltimento;
  • sottoscrive, su delega dei Comuni, le convenzioni con i consorzi  di filiera del Conai per la riscossione dei contributi sui rifiuti recuperabili raccolti;
  • progetta e affida la gestione dei centri di raccolta comunali;
  • cura le    attività    di educazione ambientale e di informazione alla cittadinanza;
  • gestisce le segnalazioni fatte dai cittadini al Numero Verde

Eventuali comunicazioni agli utenti da parte dell’Autorità relative a rilevanti interventi di modifica del quadro regolatorio o altre comunicazioni di carattere generale destinate agli utenti; in tali casi il testo della comunicazione viene reso noto al gestore tramite il sito internet dell’Autorità e deve essere pubblicato sul sito internet dei soggetti obbligati entro 30 (trenta) giorni solari dalla pubblicazione sul sito internet dell’Autorità. QUI

Valida il codice di marcatura della pagina - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3CValida i fogli di stile di questo sito - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C